Vocabolario Italiano-Cegliese anzi, Castellancegliese.

Braccio di ferro in Cegliese si tradurrebbe: “Pago dopo” (ovvero: Popeye -po’ paje’). Il nome in cegliese della compagna di Diabolik sarebbe : “E’ vuota” (EvaKant). Strazzabaccalà in italiano suonerebbe: “lacera merluzzi“, Chechil’-chechil’ diventerebbe: “Cazzottelli-cazzottelli“, mentre Ciccio ànghann’ sarebbe: “Francesco nel collo“.

A parte gli scherzi, dopo aver letto l’esternazione di Michele Ciracì (clicca qui)  sulla cittadinanza onoraria ovvero sulle persone che non hanno mai reciso il loro cordone ombelicale con la terra d’origine, propongo di conferire

la cittadinanza onoraria a Lino Chirulli

Ha realizzato un’opera incredibile. Un vocabolario illustrato dal Dialetto all’Italiano. Se restate in contatto pubblicherò ampi stralci dell’opera. Per sapere invece chi è Lino Chirulli, cliccate qui.

14 pensieri riguardo “Vocabolario Italiano-Cegliese anzi, Castellancegliese.”

    1. Tra vent’anni lei probabilmente dirà di preferire un vocabolario di cinese. La cultura però non è fatta soltanto di inglese, cinese e di quanto è più di attualità. La cultura è fatta anche di storia. Il nostro dialetto non deriva, come alcune parole possono far pensare, dallo spagnolo o dal francese, ma quasi unicamente dal latino. Si tratta delle nostre radici.

      "Mi piace"

    2. Sinceramente, senza offesa, di lingue non capisci…niente e i tuoi figli parleranno inglese o cegliese solo per…. amore, perché le lingue non s’imparano dai dizionari.
      Comprendere, e a volte parlare, una lingua è possibile soltanto a chi s’immerge nella realtà umana e geografica in cui quella lingua è “nata e cresciuta”.
      Nel vocabolario non trovi la lingua, e non l’apprendi, ma soltanto puoi trovarvi notizie sulla nascita e la vita delle parole di tutti i giorni della storia di un popolo.
      Per esempio in un dizionario “cegliese” puoi trovare la storia della nostra comunità, così come in un ottimo dizionario inglese potresti trovare la storia dei popoli di lingua inglese.
      I tuoi figli potranno benissimo parlare inglese senza l’aiuto di un vocabolario.

      "Mi piace"

    3. Ho espresso un mio parere. Spero di poter decidere per i miei figli. Adoro le lingue, ne parlo 3, ho studiato il latino e il greco, ma se proprio devo scegliere preferisco che i miei figli utilizzino il loro tempo nello studiare italiano, inglese, francese, imparare la musica, studiare il latino e il cegliese credo che ne possano fare a meno. Anzi ceglie è uno dei pochi paesi nel nostro circondario dove i bambini parlano in dialetto, e sinceramente è sinonimo di arretratezza culturale. Poi fate pure tutti i vocabolari che volete.

      "Mi piace"

      1. “arretratezza culturale” dici? Convinta?
        Confermo che non capisci nulla di lingue e, aggiungo, in quanto a cultura non sei messa benissimo. Latino e greco non erano il tuo ideale al Liceo, sicuramente per colpa di qualche acida professoressa, a Ceglie e dintorni ne abbiamo parecchie: peccato! Peccato per te: infatti delle tante lingue che parli almeno due sono neolatine e il tuo pensiero e i tuoi discorsi sono strutturati secondo regole discendenti dal latino e dal greco.
        Non privare i tuoi bambini della ricchezza e del calore e del colore della nostra lingua: è tuo diritto educarli come ti pare e sicuramente al di la della divergenza di opinione hai la grande quantità di amore che occorre ai tuoi figli.
        Sarebbe grande scorrettezza atteggiarsi a “maestri” e pretendere di dettare agli altri ciò che è più opportuno nelle cose delle loro famiglie.
        Se posso permettermi: dona ai tuoi figli oltre ad una sana e nutriente alimentazione anche il dialetto del paese in cui vivete, il dialetto dei loro compagni di giochi e di studio e dei loro piccoli amici.
        Se poi in famiglia avete più dialetti i figli saranno più ricchi.
        Tutti i giorni la gente mi chiede se sono di Ceglie e senza disprezzo. Qualche volta con invidia!

        "Mi piace"

          1. Peccato, usare il cegliese per dire volgarità!
            Sono le uniche cose che sai dire in dialetto?
            Hai ragione a non volerle insegnare ai tuoi poveri piccini!
            Meglio dirle in inglese le parolacce, così non rischiano contromisure!

            "Mi piace"

  1. Estratto del resoconto sulla Conferenza del 24 aprile 2009 sul dialetto cegliese tra
    menzioni e osservazioni
    Un pubblico ristretto ma attento ha ascoltato ieri sera, presso la Biblioteca
    Comunale, i primi risultati degli studi del nostro concittadino, prof. ….., sul dialetto cegliese. Un convegno organizzato dal Lions e
    sponsorizzato dall’amministrazione.
    Il prof …. si inserisce nel gruppo di altri studiosi del nostro idioma, come il
    piu noto Pietro Gatti e il meno noto (a Ceglie) Maurizio Vitale, ordinario di
    storia della lingua italiana presso l’Universita di Milano e membro
    dell’Accademia dei Lincei. Lo ha sottolineato il prof. Vito Antonio Lezzi,
    collega di classe di …… ai tempi del liceo a Martina Franca.
    L’incontro merita menzioni e osservazioni. Vorrei iniziare dai secondi per
    concludere con i primi, di gran lunga preponderanti.
    Il dialetto cegliese con le sue specificita di inserisce nell’ambito dei dialetti
    intermedi tra il salentino e il barese, diffusi nella fascia tra Taranto e Ostuni,
    come pure e stato sottolineato in alcuni interventi.
    Questi idiomi sono stati oggetto di studio da parte di professori universitari,
    come Alberto Sobrero e Immacolata Tempesta, che hanno pubblicato l’ottimo
    libro “Profili linguistici delle regioni-Puglia”, nelle edizioni Laterza.
    Il libro affronta tra l’altro il tema della scrittura del dialetto, alle cui regole,
    credo, bisogna attenersi senza inventarne di nuove, forse influenzati da un
    vocabolario di un dialetto limitrofo, la cui scientificità e messa in dubbio da
    molti (il riferimento non è alla pubblicazione di Chirulli ndr).
    E’ un invito che umilmente rivolgo ad alcuni intervenuti. Personalmente a
    queste regole mi attengo quando, da poco esperto, mi cimento in qualche
    scrittura dialettale e lo farò di seguito nello scrivere parole a mo’ di esempio.
    Il brillante relatore ci ha mostrato l’origine latina del nostro idioma, non
    influenzato dalle lingue neo-latine e il meno corrotto tra i dialetti. Non
    mancano alcune parole e costrutti di origine greca o diversa, ma si tratta di
    rare eccezioni. Nemmeno gran parte delle regole possono derivare
    dall’italiano.
    E sulle regole si è concentrato il professore. Regole ricavate con metodo
    deduttivo non essendo egli, per sua affermazione, uno specialista.
    I sui studi iniziarono un giorno partendo dall’osservazione dell’origine latina
    della parola dialettale “ pavur∂”, da pavor, dove la o accentata diventa u e
    il ∂ e il simbolo delle vocali afone o semiafone, secondo Sobrero-Tempesta.
    Da qui nacque l’idea di un codice.
    (ometto le regole di grammatica anticipate dal professore)
    24 aprile 2009 Angelo Palma su http://www.lavocediangelopalma.com – sito ormai chiuso

    "Mi piace"

  2. Il professore, da me citato, conosce Lino Chirulli che tra l’altro presenziò a una sua conversazione sul dialetto cegliese. L’incontro avvenne alcuni anni or sono nella biblioteca comunale. Io ne pubblicai un resoconto sul mio sito web ormai chiuso.

    "Mi piace"

  3. Conosco un professore di lettere cegliese che vive in altra città e che sta preparando la grammatica e il vocabolario cegliese. Saranno opere che riguarderanno in modo specifico il nostro dialetto, diverso rispetto al castellano. Nel tuo post trovo infatti alcuni termini mai sentiti a Ceglie nemmeno da parte di persone anziane.

    "Mi piace"

E' possibile inserire nei commenti anche video ed immagini. Copia i link ed inseriscili. Ti consiglio di non fare commenti offensivi e comunque non entrare in polemiche personali.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...