Nuovo Cinema Torroni

Sono costretto ad accendere il computer anche oggi. Non ce la faccio più da quando Stefano Menga ha detto che su questo blog c’era la spiegazione del motivo per cui c’era tanta polizia ieri mattina vicino alla Chiesa di San Rocco a Ceglie. Personalmente ero fuori sede e sinceramente non ho visto nulla. Sono stato costretto quindi ad informarmi ed ho scoperto che le auto della polizia erano dei colleghi del figlio di Francesco Filomeno. Un atto di solidarietà e vicinanza in un momento di dolore.

Lo storico Michele Ciracì ripercorre la vita di Francesco Filomeno e con lui la storia e i personaggi locali che odoravano di fumo e di celluloide.

l’articolo è lungo e continua più sotto

7 pensieri riguardo “Nuovo Cinema Torroni”

  1. Grazie Ciccio per la tua amicizia che hai sempre dimostrato alla mia famiglia, Elia ,specialmente con mio padre Giuseppe detto pepp a machn, di cui eri fiero, e poi la tua storia che raccontavi con orgoglio. Quando sono ritornato a Ceglie per aprire il mio primo studio fotografico di attualità “Michel Varietè” per pura coincidenza vicino al Cinema Francesco Argentieri, eri felice, come se fossimo diventati colleghi.Grazie per la tua vita, bella insieme alla tua famiglia, ricca di momenti lieti e tristi, ma sempre vissuti con coraggio ed orgoglio cegliese. La vita negli ultimi momenti non ti ha sollevato dai tuoi problemi, anche se abbiamo sperato fino all’ultimo.Ricorderò sempre quando lasciando l’ospedale per le pause ti dicevo che andavo a pranzo o a cena e al mio ritorno mi chiedevi cosa avevo mangiato, ed io nel raccontartelo notavo un grande sorriso ed un pò di rabbia fino a farti dire “basct don michè namm fà sccattà, navvogn saccc cchiù niend, vattinn”.
    Come dice S.Paolo” Passa la scena di questo mondo”, per aprirsi alla vera Vita quella che non finirà mai e che dal cielo rivredrai il film che hai girato sulla terra, seduto in prima fila e guardando la tua famiglia sempre uniti e innammorati di un marito , di un papà, di un nonno che ancora darà coraggio a tutti voi e noi, e chiudo citando le parole di S.Agostino:”Signore non Ti diciamo perchè ce lo hai tolto, ma Ti ringraziamo perchè ce lo hai donato.”Ed ora riposa in pace, ti ricorderemo sempre nella preghiera di suffragio che offriremo al Signore perchè Ti accolga nel Suo Regno di Luce Infinita.

    Mi piace

  2. Dedicato all’operatore dei sogni.
    La vita è un sogno. La tua gentilezza, il tuo sorriso e la tua passione hanno fatto sognare intere generazioni. Hai rappresentato con il tuo lavoro, il senso e la fantasia di questo paese. Sei stato per tutti noi famigliari, amici e conoscenti: “L’operatore dei sogni, Ciccio du cinema”. Per non dimenticare e per continuare a sognare…

    La Famiglia ringrazia tutti quelli che l’hanno conosciuto, gli hanno voluto bene e lo hanno considerato un esempio di vita.

    Mi piace

  3. In quei cinema ho avuto la prima cultura, il primo divertimento e sopratutto la spensieratezza in due ore intervallate da una corsa al bagno o al bar. E che meraviglia, quando d’estate, il terro del Torroni s’apriva ed entrava l’aria che sputava fuori il fumo delle troppe sigarette che fumavano gli adulti … e magari i ragazzi.

    Mi piace

E' possibile inserire nei commenti anche video ed immagini. Copia i link ed inseriscili. Ti consiglio di non fare commenti offensivi e comunque non entrare in polemiche personali.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...