Talpe o tapunare?

Comunque, domani la notizia sarà su tutti i giornali locali

ma ovviamente anche stavolta l’esclusiva è di Roberta Grassi, la brava giornalista dellANSA che pubblica anche su BrindisiReport. Qui puoi leggere l’articolo che ci racconta della condanna in primo grado di nostri concittadini per bancarotta! Leggendo l’articolo però deduco che ci sia stata qualche talpa che l’ha imbeccata perchè è sbagliato non solo il cognome di uno dei condannati ma anche il suo luogo di nascita che non è Ceglie Messapica.

Una Roberta scatenata che sempre su Brindisi Report ci racconta la disavventura giudiziaria di un costruttore cegliese che rischia di andare in galera se non trova subito 250.000 euro da versare come provvisionale alla banca. Leggi tutto.

.

Morale della favola: in Italia se ammazzi una persona hai buone probabilità di farla franca,

se tocchi le banche non hai scampo!

Una canzone e un post!

Benvenuti nel mondo dei blogger!

Muoiono gli operai per aver respirato troppo durante le colate, muoiono le mogli per aver lavato le tute blu infettate dai mariti, muoiono i figli per aver ereditato un Dna talmente precario che in alcuni casi si spezza prima della pubertà. Muoiono le pecore e le cozze, i pesci sprofondano all’inferno e gli uccelli non troveranno mai più il cielo. Continua qui.

I Sud Sound System ora raccontano la nostra terra su 

2 pensieri riguardo “Talpe o tapunare?”

  1. Ciao. Io guardo tutti questi articoli servizi televisi ecc., e mi viene un sorriso amaro misto ad un pò di soddisfazione, erano anni che io lo sbandieravo ai quattro venti, mi dicevano che io ero pazzo oppure che sparavo cazzate, tutta quella schifezza che trovavamo sulle autovetture (quando era vento di scirocco e faceva solo quattro gocce d’acqua) si trovava una marea di polvere rosastra, per loro era la sabbia del deserto; alcune volte si vedevano le nubi rossastre, era sempre la sabbia del deserto africano?; passavi da li vicino e vedevi muri, piante, guardarail e persino l’asfalto rossi; erano tutte cazzate?.
    Quando dicevo che noi eravamo in mezzo e che quando tira lo scirocco ci arriva da Taranto (capirai, a pochi metri di distanza siderurgico, centificio e raffineria di petrolio, sai che bel minestrone) e quando arriva il grecale ci arriva da Brindisi (porcheria forse peggio di quella di Taranto), io dicevo cazzate?
    E non sappiamo ancora cosa abbiamo sotto i piedi, chissa quante porcherie hanno affossato sotto terra a nostra insaputa. Come per esempio alcuni anni fa ( qui a S. Michele) quello che pompava nella falda freatica l’acqua di risulta della moliture delle olive, e la gente estaeva dai pozzi sentina invece di acqua.
    Ora che è scoppiato il bubone vogliono mettere riparo. Non era meglio se ci pensavano prima.

    Mi piace

E' possibile inserire nei commenti anche video ed immagini. Copia i link ed inseriscili. Ti consiglio di non fare commenti offensivi e comunque non entrare in polemiche personali.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...