Nato con la camicia.

L’ho sempre detto: Luigi Caroli, Sindaco di Ceglie Messapica è davvero fortunato.

Ha in Consiglio Comunale un’opposizione invidiata da tutti i suoi colleghi dell’ANCI. E proprio per questo si può permettere di dire e di promettere tutto quello che vuole, tanto quelli stanno pensando alla “rimonna”, agli alberelli seccati e … a vigilare in silenzio sul completamento di quell’orribile obbrobrio del Mercato Coperto fortemente voluto da Nicola Trinchera il quale non si permette mai in Consiglio Comunale di pofferire parola alcuna in merito allo stato d’avanzamento dei lavori ed alla qualità degli stessi.

Il Sindaco Caroli ha dichiarato a Senzacolonne che acquisterà entro fine anno le Grotte di Monte Vicoli.

“Intanto stiamo ultimando le trattative per l’acquisto delle Grotte di Montevicoli, fin ora di proprietà dei fratelli Bellanova (titolari del noto ‘Ristorante Tre Trulli’) – ha aggiunto Luigi Caroli – È questo un nuovo modo di lavorare, una maniera positiva per interagire tra pubblico e privato. Colgo, quindi, l’occasione per ringraziare la sensibilità dei fratelli Bellanova che stanno dimostrando attaccamento per la propria terra, per permettere la riqualificazione dell’intera area e apportare, così, un nuovo richiamo turistico per l’intero territorio.” Leggi tutto.

Premetto che apprezzo l’impegno e la volontà del Sindaco nel perseguire obiettivi così nobili e che quindi la sua battaglia è anche la nostra ma porca miseria, possibile che nessuno si pone il problema della titolarità e delle modalità di acquisizione di questo gioiello naturale? Non stiamo parlando di un bene vincolato? Perchè dobbiamo comprarlo quando possiamo (dobbiamo) espropriarlo? Inoltre DOVE STA SCRITTO che la Grotta di Montevicoli è di proprietà esclusiva dei fratelli Bellanova?* Da quel che mi risulta la cavità prosegue nel sottosuolo anche di terreni di altri soggetti quindi, le procedure di esproprio dovrebbero coinvolgere anche gli altri titolari di diritti reali. Tra l’altro mi risulta che tutta la zona di Monte Vicoli era demaniale e che le terre furono poi cedute in enfiteusi quindi i Bellanova se non hanno affrancato dal Comune non dovrebbero risultare proprietari bensì enfiteuti e quindi si dovrebbe porre anche il problema della titolarità del sottosuolo.

* I fratelli Bellanova meritano comunque un plauso incondizionato per la loro collaborazione. Sono imprenditori seri che hanno creduto ed investito nel territorio. Sanno benissimo che cedere per un euro la grotta è un affare anche per loro.

Le grotte ve le regala il Sindaco, il mare a Ceglie ve lo regalo io.

La foto non è taroccata.

10 pensieri riguardo “Nato con la camicia.”

  1. A Ceglie, oltre al pregevole recupero delle grotte di Montevicoli, credo ci sia bisogno di una riscoperta e valorizzazione dell’intero patrimonio speleologico.
    Vorrei ricordare che nell’agro di Ceglie sono censite 48 cavità carsiche. Il centro urbano stesso ospita l’ingresso di alcune di queste cavità e tra queste credo sia degna di nota la grotta dei Messapi. La grotta dei Messapi dovrebbe essere la grotta più grande di quelle presenti nel nostro territorio con uno sviluppo di circa 300 metri, l’accesso dovrebbe trovarsi nei pressi della stazione.

    "Mi piace"

    1. Sante, santissime parole quelle del commentatore anonimo. Il patrimonio speleologico cegliese non vanta complessi dallo sviluppo notevole (come nel caso di Castellana), ma è il gran numero di cavità a renderlo peculiare. L’inventariazione ufficiale presso il Catasto Regionale delle Grotte Pugliesi si riduce ad un quinto del reale “potenziale” speleologico territoriale. Far conoscere prima ai cegliesi e poi ai turisti ciò che sta sotto i nostri piedi ha una valenza assoluta. I tempi sono forse maturi per un’iniziativa di questo genere?

      "Mi piace"

  2. La fotografia con il mare è vecchia, mettine una nuova magari con un barca. Poi, il sottosuolo non è dello stato e quindi anche la grotta di Montevicoli? E’ l’accesso alla grotta eventualmente privato.,

    "Mi piace"

  3. NO il mare non ce lo puoi regalare perchè già ce l’abbiamo, portato a Ceglie da un ex sindaco, il mare e la scatola (mostro) di cemento del monterrone, come canta un noto cantautore: grazie Roma!

    "Mi piace"

  4. dopo le grotte….perche non acquistiamo l’auchan di mesagne….visto che ad un tratto ceglie e diventato un paese con le casse piene di soldi……mentre tutti i comuni si sbarazzano di cose inutili noi invece sperperiamo soldi tanto pagano i cegliesi…….e poi mangiano gli amiconi ogni giorno presenti in comune….. mah chissa’ quanto durera’ la pacchia…..

    "Mi piace"

  5. sei sicuro che siano solo alberi seccati e non spendere 30.000 euro per alberi che si possono trovare a minor prezzo e affidare sempre alla stessa dita l’appalto…???

    francesco

    "Mi piace"

E' possibile inserire nei commenti anche video ed immagini. Copia i link ed inseriscili. Ti consiglio di non fare commenti offensivi e comunque non entrare in polemiche personali.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...