Ci vorrebbero elezioni permanenti

Il messaggio è passato

In milioni hanno visto la maglietta NO AL CARBONE

Grazie a Nandu Popu, Federica e tutti i Sud Sound System

Photo

La Telcom è un’ azienda di Ostuni che si occupa di stampaggio di materiale plastico e che conta 237 dipendenti.

Ad un certo punto della sua storia decide di liberarsi di quelle persone cosiddette “scomode”,  quelle più “anziane”, “usurate” dal lavoro…quelle attinte dalle liste degli invalidi civili, quelle che non amano abbassare la testa e che, incredibile a dirsi, vogliono rispettati i propri diritti.

Le mille e più leggi che il nostro parlamento, con il sempre totale accordo dei sindacati, ha prodotto, hanno creato altrettanti strumenti per “eliminare” dai propri organici persone, famiglie…che sulla carta stampata diverranno solo numeri.

Ma noi siamo tanti…e a noi non costerebbe troppo inondare la e-mail del sindaco di Ostuni con la lettera che il movimento cassintegrati della Telcom gli ha già inviato. L’indirizzo e-mail del sindaco di Ostuni, Domenico Tanzarella del centro-sinistra, è il seguente:protocollo@cert.comune.ostuni.br.it

Per saperne di più clicca qui.

Ceglie Città Martire

No, non si tratta di un fotomontaggio!

La foto che ho pubblicato qui non è frutto di manipolazione. Ho solo fatto copia ed incolla da altri siti. Mi sta creando comunque un sacco di problemi perchè SONO COSTRETTO A CANCELLARE (pur non volendolo) tutti i commenti relativi. Chiedo scusa ai tantissimi commentatori nonchè estimatori di questo blog. Tra l’altro oggi mi avete regalato un picco di accessi altissimo!

Per commentare e leggere i commenti clicca sulla nuvoletta in alto a destra

Quello che i poeti non dicono

Caro Nichi, avresti dovuto essere anche tu col popolo Salentino!

Oggi gli attivisti di Greenpeace sono entrati in azione presso la centrale Federico II di Brindisi, disegnando nei campi circostanti l’impianto un’enorme sagoma di circa 80 metri raffigurante un cadavere riverso al suolo con la scritta “Enel Killer”. Con questa spettacolare iniziativa l’associazione ambientalista intende indirizzare all’assemblea degli azionisti dell’Enel — che si riunisce a Roma oggi pomeriggio — i contenuti di una sua ricerca, anticipati ieri, in cui si evidenziano i danni alla salute e gli impatti economici dell’uso del carbone da parte di Enel. http://www.facciamolucesuenel.org

Un morto al giorno, 366 morti all’anno, di cui poco meno di un terzo solo a Brindisi, terra che nel 2009 avrebbe pagato un tributo di sangue pari a 119 morti premature. Tanti i decessi in più rispetto a quelli che si sarebbero verificati in un ambiente sgombro dalle emissioni della centrale termoelettrica Enel, la famigerata Federico II.  Sonia Gioia su Repubblica leggi

Continua la campagna mediatica contro Grillo e il Movimento 5Stelle.

Mi dispiace davvero per l’attacco gratuito e vigliacco anche da parte di SEL nei confronti di un Movimento che rappresenta comunque una novità nel nostro panorama politico. Ecco cosa scrivono su facebook … «La mafia è una montagna di merda» … e la puzza la senti anche se hai “5 Stelle” sugli occhi…”

Massimo DAlema ha fallito ma

Nichi Vendola e la sua

REGIONALE PER L’OCCUPAZIONE

risolverà il problema dei lavoratori del pastificio di Monna DeLizia di proprietà del gruppo Cavallo di Ceglie Messapica.

In effetti bisogna aiutarsi l’un l’altro. Nichi ora appoggia la moglie del Delfino di DAlema.

Il governatore della Regione Puglia Nichi Vendola sta trascorrendo alcune ore a Fasano per sostenere la candidatura a sindaco di Stella Carparelli.
Prima della iniziativa che si sta svolgendo presso la Villetta di via San Francesco organizzata da Sel, Nichi Vendola ha incontrato, presso il comitato elettorale di Stella Carparelli, i lavoratori di Monna De’lizia che da un mese stanno scioperando a causa della mancata corresponsione di alcuni stipendi da parte della ditta.
Il governatore pugliese ha ascoltato dalla bocca dei lavoratori la situazione in cui si trovano e le azioni che hanno intrapreso per protestare nei confronti della azienda.
Vendola ha espresso la sua vicinanza ai lavoratori e ha chiamato al telefono il responsabile della Task force regionale per l’occupazione informandolo della situazione di Fasano e chiedendogli di intervenire e di attivare tutte le azioni utili a sbloccare tale vicenda. (Da Go Fasano)

L’orecchino sul baffo.

Come in un’Ultima Cena

Ma che ci fanno le bottiglie di plastica nella sede del partito dell’acqua pubblica? Tra l’altro la fontana è proprio di fronte!

Ovviamente il millantato ospite d’onore ovvero Nicola Frantoianni non c’era ieri sera a Ceglie Messapica all’inaugurazione della sede del “nulla”.

Avremo modo di parlare più dettagliatamente di questa storia di ordinaria follia locale e di quello che si nasconde  dietro. Nel frattempo sapete che vi dico? Mi riascolto il Banco del Mutuo Soccorso e la sua indimenticabile Il Ragno dall’ album Come in un’Ultima Cena.

No Pietro Mita non l’avrebbe mai fatto.

Si, è vero su questo blog ho attaccato tantissime volte le scelte e gli atteggiamenti politici del prof. Pietro Mita, già Deputato di Rifondazione Comunista ed ex Sindaco di Ceglie Messapica. Non accettavo (e non accetto) la sua visione ottocentesca della politica. Non accettavo e non accetto quel suo modo autoritario di rapportarsi con le esigenze e le istanze della nostra comunità però, non posso assolutamente affermare che non sia stato un personaggio politico coerente e che merita rispetto. Durante le ultime compagini elettorali è stato sconfitto ed ha perso in Regione, Provincia e Comune. E’ uscito di scena in maniera dignitosa senza tradire.

No, il prof. Pietro Mita non baratterebbe la propria dignità per un orecchino sui  baffi. 

Ore 19,15. Corsettina in bici.

In prossimità della fontana mi immetto sulla via per Villa Castelli. Fresco e pimpante stavo per sorpassare un altro ciclista che aveva macinato un bel po’ di chilometri quando è squillato il telefonino. Non si risponde alle telefonate quando si pedala ma io l’ho fatto istintivamente. Era mia figlia che mi chiamava. Voleva sapere dove fossi. Strana telefonata eppure mi aveva visto uscire dieci minuti prima. Ho scoperto la verità solo leggendo il post di Stefano Menga. Vedi un po’ cosa ha scritto.

Proiezioni

Da Monna Lisa a Monna De’lizia

passando per i partigiani del terzo millennio.

Una storia grottesca e comunque piena di colpi di scena.

Anche per il pastificio Monna De’lizia di Fasano c’era un estimatore francese se non fosse accaduto che…

Leggi tutto

Vi consiglio vivamente di andare a fare un salto nel profilo ufficiale di Nichi Vendola su facebook. I suoi bla, bla, bla ormai non incantano più nessuno. L’abbiamo capito tutti di che pasta è fatta e del resto basta osservare quello che accade in una realtà locale qual’è la nostra. Vediamo cosa è accaduto nella nostra sanità. Ceglie Messapica ad esempio è diventata una CITTA’ MARTIRE. Diamo poi uno sguardo all’impatto ambientale. I giganteschi mulini a Vendo la a Villa Castelli (e dobbiamo dire grazie a Ferrarese che ha bloccato il parco eolico di Francavilla Fontana), per non parlare del fotto-voltaico nella valle dei trulli. Ricordate lo scempio sulla Ostuni-Ceglie in località San Polo? E la cannibalizzazione politica all’interno di SEL in Provincia di Brindisi? E l’eutanasia Fasanese e Brindisina? Possiamo andare avanti per ore ma forse è arrivato il momento di dire basta e di pensare ad un Nuovo Soggetto Politico. La diretta streaming cliccando sulla locandina.

Manifesto per un soggetto politico nuovo

Ed ecco le mie proiezioni relative alle elezioni amministrative della città di Brindisi ottenute inserendo i risultati del sondaggio on-line all’interno un mio personale algoritmo che tiene conto sia dei sondaggi nazionali che del numero delle liste di ciascuna coalizione. Per continuare a votare cliccate sull’istogramma.

Anche le formiche nel loro piccolo… s’incazzano!

Sappiano i brindisini che in questa campagna elettorale, in cambio di voti stanno facendo contratti di lavoro x 10 giorni. Sappiano anche che alcuni candidati consiglieri comunali appartenenti a “grosse coalizioni” stanno pagando 50€ x un voto e 100 x chi non vota Brindisi Bene Conune. Sappiano questi 4 pezzi di merda che se li becco io li denuncio….ci cazzu sontu sontu! (Fonte)

La “narrazione” del paesino

Di chi è la colpa della revoca di un contributo regionale di quasi un milione di euro concesso al Comune di Ceglie Messapica?

A pagina 13348 del BUR 61 del 2012 leggiamo che… “In data 07 e 27 settembre 2011, il Comune di Ceglie Messapica comunica che il mancato adempimento dei termini previsti nel Disciplinare è dovuto alla sostituzione del Responsabile dell’Ufficio Lavori Pubblici a far data dal 07/07/2011;”

Non si può giocare così con i soldi pubblici e poi, per quale motivo è stato sostituito il Responsabile dell’Ufficio?

L’algoritmo del Diavoletto.

Vi prego di continuare a votare nel sondaggio relativo al Sindaco di Brindisi. Entro domenica pubblicherò le prime proiezioni che terranno conto sia del voto online che di altre variabili legate alla natura stessa delle liste e degli schieramenti utilizzando il metodo del Diavoletto.

Per votare, cliccate qui.

.

.

.

Il sondaggio nazionale è a cura della soc. Splincon

Con che faccia!

L’AMMAZZABLOG!

I blog rappresentano un fenomeno pericoloso.

Almeno così la pensa il ministro della Giustizia, Paola Severino,

secondo cui bisognerebbe «reprimerne l’abuso».

continua qui

Quindici interminabili minuti.

L’altro giorno sono arrivato nei pressi del passaggio a livello prossimo all’ospedale di Francavilla Fontana alle 19,30. Le sbarre erano abbassate. Dapprima non ci ho fatto caso ma poi ho pensato… e se arrivasse un’autoambulanza da Ceglie Messapica? Ho cominciato allora a scandire prima i secondi 1,2, 3… 44, 45 poi i minuti: due minuti, due minuti e uno e due … e tre. Il tempo è davvero relativo e scorre velocissimo ma solo quando non vuoi. Le sbarre si sono rialzate alle 19,45.

Spesa sanitaria, in Italia il 33% in più a carico delle famiglie.

La maglia nera spetta alla Puglia + 122%

Il contributo a carico dei pazienti per il ticket è salito nello scorso anno del 33%. E la tendenza è destinata ad aggravarsi ulteriormente per effetto delle manovre fiscali varate dal governo Berlusconi. Aumenti oltre il 50% in Basilicata, Campania, Umbria ed Emilia Romagna. E si tocca il 122% in Puglia. Ce lo spiega Mauro del Corno su questo giornale notoriamente Berlusconiano… continua a leggere.

Storia maledetta

«Amate la città come fanno le puttane»
Lo slogan di don Francesco per Brindisi

Il parroco della Chiesa di San Giustino ai fedeli
«Ma non credete ad assurdi favori occasionali»

Francesca Cuomo sul Corriere del Mezzogiorno clicca qui

Clicca sull’immagine per sapere tutto!

Vorrei comunque dire caro Stefano che Don Gianfranco Galloneleggi tutto.

Domenico buongiorno.
Desidero fare una precisazione: credo che la Madonna dell’affresco non è quella del Rosario ma la Madonna del Pozzo.
Un caro saluto
dg

Brutta storia tra

Ceglie Messapica e Villa Castelli

raccontata mirabilmente qualche giorno

fa sul Nuovo  Quotidiano da Sonia Gioia

se non riesci a leggere bene clicca sull’articolo

Cosa resterà di questi anni…

2977 Grazie!

E dopo il successo nella blogosfera (oltre duemila utenti unici giornalieri) è ora la volta di librofaccia. Queste sono le statistiche del Diavoletto.

Vieni a trovarmi. Clicca qui. oppure… 

o ancora…    Follow Me on Pinterest

Mamma mia quanti libri e giornaletti di fantascienza ho letto durante la mia adolescenza! Non vedevo l’ora che arrivasse il nuovo millennio. Le meraviglie della scienza alla portata di tutti! Ma anche inquietudini e incubi che si materializzavano dalle pagine  di Urania. Centicinquanta sudatissime lire per leggere avidamente ad esempio… Gli strani suicidi di Bartlesville.

Il duemila è già passato da un pezzo. Non ho più bisogno di acquistare Urania, basta sfogliare la cronaca o fare un giro in rete. I suicidi annunciati sono due al giorno in Italia.

Sognavo macchine volanti mi avete dato la Fornero!

Un futuro dal sapore di passato.

Stefano Menga si arrabbia per davvero. E’ in gioco l’esistenza stessa di tante famiglie.

A PASQUA DELL’ANNO SCORSO LA DITTA NARDELLI DI MARTINA FRANCA HA SPEDITO A CASA 150 FAMIGLIE SENZA SE E SENZA MA. IL RESTO DEL LAVORO E’ STATO COMPLETATO IL 31 MARZO 2012.TUTTI A CASA IN CASSA INTEGRAZIONE. DA AGOSTO 2012 TUTTI IN MOBILITA’. ARRIVEDERCI E GRAZIE. ALTRO CHE VI SPIEGO COME USCIRE DALLA CRISI COSI’ COME DESCRITTO SUL QUOTIDIANO CON UN ARTICOLO COMPRATO A FIOR DI EURO. Continua a leggere.

Alle famiglie delle vittime dell’arroganza di questi personaggi che un tempo si chiamavano PADRONI va tutta la mia solidarietà.