Sedotta ed abbandonata!

Viste dall’esterno

Ritengo che le  Brindisine

potranno raggiungere benissimo il

clicca qui per andarle a trovare

La  storia della candida signorina Giunta Pidielle*.

Era stata abbandonata all’improvviso un venerdì 17 del mese più gelido dell’anno. Lei così premurosa, così riservata, davvero non meritava un gesto così baro e plateale. Driin!!! Chi l’avrebbe detto che il suono di quel campanello sarebbe stato l’inizio della fine? Lei che apre la porta giuliva pensando di rivedere il suo Gigi col volto stanco ma soddisfatto, con il suo carico di delibere da firmare e che si ritrova di fronte il volto cupo del Messo Comunale con la notifica della fine di idillio. Poi il tempo scorre…

Comunque, a Ceglie Messapica siamo ancora senza Giunta.

Se il Sindaco riconfermasse tutti si ritroverebbe in un contesto di diffidenza e sospetto. Gli Assessori potrebbero pensare: – Visto? Sei stato costretto a riconfermarci ma da ora in poi le delibere saranno lette con la lente d’ingrandimento. Ogni nostra firma te la devi sudare!- 

Se il Sindaco sostituisse un solo Assessore i riconfermati potrebbero dire: – Hai solo colpito il più debole! Sei stato costretto a riconfermarci ma da ora in poi le delibere saranno viste con la lente d’ingrandimento. Ogni nostra firma te la devi sudare!- 

Se il Sindaco sostituisse tutta la Giunta il Diavoletto direbbe: – impossibile continuare a scrivere. La narrazione diventerebbe troppo fantastica. Non ci riuscirebbe nemmeno Lewis Carroll.-

* Giunta di nome, Pidielle di cognome