Colonialismo turistico

Abboccati all’amo

Impegno Sociale Brindisi

Politica SELvaggia.

Ormai chiunque sia dotato di un pizzico di materia grigia ha abbandonato la nave SEL a Brindisi ed in Provincia. Alle Amministrative di Brindisi quel che resta del partito prova a costituire una lista insieme a Impegno Sociale. Il risultato lo sappiamo già ora: la decable. Solo un idiota può farsi gestire dagli Schettino della politica locale. Ecco l’addio di Vincenzo Guadalupi.

“Sono stato sacrificato nel 2004 dopo la devastazione politico amministrativa di Giovanni Antonino, quando venni candidato a sindaco contro Domenico Mennitti, ma nessuno mi ha mai ringraziato visto che all’epoca fui osteggiato da chi oggi è su posizioni oltranziste. Risultato? Io mi sono trovato isolato, senza copertura, davanti a un Pd vuoto di anima, di fatto senza contenuti, e il centrosinistra si è spaccato al punto che ci sono addirittura quattro candidati con un affollamento di peones nel Partito democratico e dintorni”. Leggi tutto.

Avete visto che fine ha fatto la Valtur vero?

Per la città di Ostuni e la sua economia è un gran brutto colpo.

Arrivano da chissà dove con chissà quali capitali, s’impadroniscono del nostro territorio, lo gestiscono come vogliono loro lasciandoci solo le briciole. Il cliente deve rimanere all’interno della struttura,  una visita guidata una tantum nella Città Bianca e poi tutto il resto deve svolgersi all’interno del villaggio. A quanto sembra non si utilizzavano nemmeno soldi all’interno bensì gettoni.

Un anno fa…

La Disneyland del golf nella terra dei trulli

Italia Turismo e Invitalia:venti campi in valle d’Itria.

Diventerà una meta ambita per 14 milioni di golfisti

BRINDISI – La Valle d’Itria diventerà come l’Andalusia? Italia Turismo e Invitalia, società controllate dall’Agenzia nazionale per l’attrazione di investimenti e lo sviluppo d’impresa, hanno deciso di provarci realizzando venti campi da golf da 18 buche nell’area rurale tra il comuni di Fasano, Ostuni, San Michele Salentino, Carovigno e Ceglie Messapica. La provincia di Brindisi insomma si trasformerà, nei prossimi 20 mesi, in una meta ambita per i 14 milioni di golfisti che non trovano una destinazione tra ottobre e marzo. E’ il clima infatti, oltre alla naturale predisposizione del territorio, a costituire un ingrediente vincente per gli investitori. Il progetto «Terra dei Trulli» è già stato avviato con la sigla del protocollo d’intesa tra i cinque Comuni coinvolti; serviranno almeno sei mesi per ottenere tutte le autorizzazioni e quattordici per avviare i cantieri. (Leggi tutto)

Poi a quanto sembra nei Comuni di Ostuni e Ceglie Messapica sono arrivate valanghe di domande. Nel frattempo il Luigi Caroli sindaco di Ceglie Messapica si è accorto di avere a che fare con una squadra di scansafatiche e li ha mandati a casa.

Domanda: chi gestirà ora questo progetto faraonico?

L’immagine è tratta dal blog di Pino Santoro.