Peracottari


Tra i due litiganti… 
La tradizione e la qualità gastronomica di Ceglie Messapica è conosciuta ovunque. Cibus e Il Fornello da Ricci sono il non plus ultra eppure, il ristorante più amato è … clicca qui.

 


STAMPA E SABBIE MOBILI  di Pino De Luca 

In Italia, il giornalista, è ben lontano dalla configurazione di quarto potere, limitandosi alla funzione di cane da guardia ben ricompensato. 
Certo che ce ne sono di giornalisti veri, alcuni famosi, altri meno. Alcuni vivono i fasti dei riflettori finché riescono a tenere la trincea altri sono ostracizzati in ripostigli dai quali vengono estratti quando servono e solo perché sono bravi. 
Come si distingue un giornalista buono da un peracottaro che imbratta colonne
Non è difficile. L'imbratta colonne riempie il giornale di notizie generiche, fatte di nera, cronaca giudiziaria, comunicati stampa, veline di questure e rapporti di carabinieri e guardia di finanza. Il suo schema è “Sesso, Sangue e Soldi” tranne quando riguarda personaggi potenti per i quali il condizionale è sempre legato al “terzo grado di giudizio” e, comunque, alla necessità di una par condicio. 
Se invece si tratta di morti di fame, preferibilmente zingari, immigrati, studenti o giovani dai molti tatuaggi e dai capelli lunghi, l'aggettivazione moralista raggiunge l'acme. Continua a leggere.


Dubbio

Si era tinto tutto di blu.

Mi aveva chiamato Stefano Menga. Era preoccupato per la sorte di questo ragazzo:

– Possibile che nessuno lo aiuta?-

Lo avevo visto qualche gorno fa, camminava con lo sguardo nel vuoto lungo il bordo della provinciale Ceglie-Ostuni. A quanto sembra lo hanno trovato cadavere nella casa paterna nel centro storico di Ceglie Messapica. Si chiamava G.F. ed aveva circa 5o anni.

Per il resto, Vi racconta tutto Stefano. Io personalmente sono SCHIFATO dal lassismo delle autorità competenti. Le situazioni di disagio vanno seguite. Il 26 giugno avevo scritto un post relativo a TRE episodi di soggetti a rischio!


Giornalista o delatore?

Me lo chiedo ogni qualvolta leggo qualcosa sulla Gazzetta del Mezzogiorno edizione di Brindisi che riguarda Ceglie Messapica. Tantissimi articoli relativi a vicende amministrative trattate in ANONIMO! Ad esempio, la storia delicatissima del contenzioso tra il corpo di Polizia Municipale e il Sindaco! L’Anonimo riporta dichiarazioni, frasi virgolettate, riferimenti specifici.

Non mi sembra corretto dal punto di vista deontologico. Gli articoli si firmano! Ritengo che in questo caso bisognerebbe informare subito il Direttore Responsabile della testata. Leggi tutto.

  Gli articoli anonimi,

i campi da golf, le cattedrali nel deserto, il turismo locale… leggi tutto.


Borsa


Long hot summer

anche per “Il Diavoletto

+ 28% gli accessi

in questi primi giorni di luglio

rispetto allo scorso anno!

P.C. 63 anni

(Piromane Cegliese?)

P.C. sta sempre abbasc’ à men’l. Ha precedenti penali. E’ un soggetto pericoloso e violento. Stava dando fuoco in contrada San Polo tra Ceglie Messapica ed Ostuni. Il Circolo SEL Peppino Impastato con un video pubblicato sul Diavoletto ha dimostrato cosa stava succedendo in quella zona. Incendi a ripetizione frutto di una sola mente criminale. Gli uomini della Guardia Forestale di Ostuni si sono allertati e lo hanno colto in flagrante. Ovviamente, conoscendo la pericolosità del soggetto hanno preferito evitare lo scontro diretto considerato che era armato di un piccone. P.C. è stato denunciato ed il Magistrato presso la Procura di Brindisi ha formulato la richiesta di arresto.