Per diciannove sporchi euro

Adesso basta!!!

L'articolo anonimo pubblicato su quel giornale oggi
relativo ai vigili urbani di Ceglie Messapica
ha avuto l'effetto di buttare benzina sul fuoco!

(Lo avevo già scritto più sotto prima di leggere l'articolo)

E' servito sotanto a far insorgere la popolazione. Oggi ho cancellato tantissimi commenti anonomi. Non posso stare continuamente dietro le vostre beghe perchè sinceramente: non m'interessano granchè. Datevi una regolata!


Ma quand'è che ce ne andiamo?

 

 


 Stanno facendo tanto casino perchè 19 euro/ora
sono pochi in un paese come Ceglie Messapica?
 

 

I vigili urbani di Ceglie Messapica dovrebbero chiedere scusa a chi non riesce a trovare lavoro per 19 euro al giorno.
Non c'è bisogno di vedere il risultato del sondaggio per capire che i vigili urbani nel paesino non sono amati.
Personalmente QUOTIDIANAMENTE cancello almeno un paio di commenti di cittadini indignati nei loro confronti che raccontano… di tutto e di più.
 

Adesso è il momento di dire basta!

La smettano di provocare la popolazione e di far uscire articoli sui giornali quasi fossero un partito politico. I loro problemi li risolvano il silenzio all'interno di qualche aula comunale.

Il povero Stefano Menga non ce la fa più a cancellare commenti impubblicabili diretti contro i vigili. Vuoi vedere che aria tira qua da noi? Clicca qui e vai a commenti.

 

Sarà vero?
 

Speriamo!
Si dice che qualche assessore stia per rassegnare le dimissioni!

Il piromane aggredisce la forestale con il piccone.

Subito dopo è fuggito. Lo hanno rintracciato all'ospedale. Ha 63 anni e ovviamente, aveva precedenti. E' accaduto nella zona di San Polo, tra Ceglie Messapica ed Ostuni. Il Circolo SEL Peppino Impastato aveva denunciato le sue malefatte con questo video. 

 

 
Certo bisogna farne di strada
da una ginnastica d'obbedienza
fino ad un gesto molto più umano
che ti dia il senso della violenza
però bisogna farne altrettanta
per diventare così coglioni
da non riuscire più a capire

che non ci sono poteri buoni

Suo padre produceva tubi, lui non ha mai prodotto un tubo. La storia del «capitalismo cannibale» di Carlo De Debenedetti, come l’ha definito Marina Berlusconi, è tutta qui: un’esistenza passata a fare soldi per fare soldi per fare soldi per non fare nulla. Nulla di costruttivo, s’intende. Aziende costruite: nessuna. Aziende rilanciate: poche. Aziende distrutte: tante. Dicono che gli imprenditori siano la spina dorsale di un Paese. Per fortuna, allora, che gli imprenditori non sono tutti come l’Ingegnere: altrimenti diventeremmo in un amen paralitici. Leggi tutto.

curriculum

E' possibile inserire nei commenti anche video ed immagini. Copia i link ed inseriscili. Ti consiglio di non fare commenti offensivi e comunque non entrare in polemiche personali.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...