Aspettando la task force

.

Ma io quello col carretto dei gelati lo conoscevo!

Appello di Michele Ciracì

Sto ultimando il IV volume riguardante il mondo del lavoro nella nostra città. Con questo ultimo lavoro che conterrà più di 100 nuovi mestieri e sarà corredato da centinaia di foto, consegnerò a quanti vorranno sfogliarli, qualche migliaio di immagini di mestieri e personaggi ormai scomparsi. Mi rivolgo a quanti hanno delle fotografie dei seguenti mestieri (QUALCUNO ELENCATO IN DIALETTO PER ESSERE MEGLIO COMPRESI)da mettere a mia disposizione per essere inseriti nel mio libro.

Le foto potranno essere consegnate e immediatamente restituite presso la mia Biblioteca in via Papa Giovanni XXIII,17 o contattando Michele Ciracì tel. 0831/382483.

MESTIERI: ACCALAPPIACANI, ARMAIOLO, AUTISTA, CAFFETTIERE, BENZINAI, BIDELLO, CAMIONISTA, TRAINIERE, CAVAMONTE, CAZZARICCI, ELETTRICISTA,  FILATRICE, FIORAIO, FORNAIO, GOMMISTA, GRATTA GHIACCIO, IDRAULICO, LINITORE, LATTAIO, LAVORAZIONE FICHI, LEVATRICE, MACELLAIO, MATERASSAIO, MECCANICO,  MELLONARO, MINATORE, MUGNAIO, MUSICANTE, SPAZZINO, NOLEGGIATORE DI MACCHINE E BICICLETTE, CANTINIERE, PESCIVENDOLO, POSTINO, POTATORE, RADIOTECNICO, RICAMATRICE, SAGRESTANO, SALUMIERE, SAPONARO, SPAZZACAMINO, TABACCAIO, TAGLIALEGNA, TAPPEZZIERE, SARTA, TESSITRICE, TINTORE, TIPOGRAFO, TRAPPITALE, VENDITORE DI GHIACCIO, UOVA E PETROLIO, VETTURINO, RACCOGLITRICI OLIVE, MAGLIAIE.

 Vittorio Bruno Stamerra e il suo editoriale

Ed infine, come avevo previsto un paio di mesi fa, il flop di Sel. Hanno sacrificato la possibilità di una forte aggregazione dello schieramento di sinistra a Brindisi, in cambio di una non belligeranza da parte del Pd, che qui aveva bisogno di una copertura alla sua sinistra, sulla scelta di Stefano a Taranto. Risultati catastrofici: Stefano se la deve vedere al ballottaggio con il figlio di Cito (neanche con il padre…), a Brindisi hanno spaccato, e quasi distrutto, un partito e, con i loro quattro voti, hanno contribuito a far eleggere due consiglieri della lobby del sempreinpiedi Carmelo Palazzo. Ma Parigi val bene una messa! Leggi tutto.

Le elezioni fanno miracoli.

E a Fasano ci sono state le elezioni quindi, tutti i politicanti a fare promesse a far vedere che riescono a risolvere i problemi. Ne sanno qualcosa i lavoratori del pastificio Monna De’Lizia. Da loro sono passati tutti, mancava solo Napolitano. Il Presidente Vendola scomodò con una telefonata “la Task force Regionale sull’occupazione” e visto che i fasanesi gli hanno risposto con un misero 3,33% si impegnerà ancora di più infatti, Il prossimo lunedì 14 maggio il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola incontrerà a Bari i proprietari dell’azienda Monna De’Lizia e le organizzazioni sindacali per un momento interlocutorio e, perchè no, risolutivo. Si discuterà senz’altro di incentivi e le misure occupazionali da intraprendere. (Fonte)

A Ostuni non ci sono state elezioni e quindi…

chi se ne fotte dei cassintegrati Telcom!

Comunque i politici Ostunesi hanno a cuore anche le sorti dei paesi vicini. Ecco il comunicato stampa del consigliere Giovanni Epifani del PD relativo all’ospedale di Ceglie Messapico. Si, ha scritto proprio così: Messapico.

“Nonostante tale situazione, – prosegue – il fattivo impegno operato dalla Direzione Generale e degli Uffici competenti della ASL Br 1 per l’opera di riconversione intrapresa per l’Ospedale di Ceglie Messapico ha realizzato un risultato certamente meritorio. Infatti, sono stati eseguiti alla struttura ospedaliera i seguenti interventi di riconversione: Ambulatori per la cura del diabete, ipertensione e chirurgia ortopedica; Servizio ADI ( assistenza domiciliare) e protesico per le popolazioni di Ceglie, S.Michele S.no e Villa castelli; dell’Ospedale di comunità (8 posti letti) già attrezzato; all’apertura della PUA (porta unica di accesso) per l’attivazione dei servizi socio – assistenziali integrati con l’apertura dello sportello all’utenza; prossima installazione di una TAC già appaltata; Trasferimento degli Uffici del Dipartimento di Prevenzione (Ufficio igiene e medicina legale); Mi auguro che le sollecitazioni rivolte dal sottoscritto all’’Assessorato regionale alla Sanità producano, a breve, l’autorizzazione regionale per l’attivazione della SUAP in collegamento con il centro neurolesi”, conclude Epifani.

Sarà vero?

Sperando che piccole storie di ordinaria sanità come quella raccontata da Stefano Menga finiscano sempre con un lieto fine e non si trasformino in drammi se per caso l’ambulanza trova le barriere abbassate al passaggio a livello di Francavilla Fontana. Clicca qui.

8 commenti su “Aspettando la task force

  1. Ma dico io, se è stato chiesto il silenzio!… Non si potrebbero evitare “certe” domande? Un pizzico di rispetto e di comprensione e che diavolo ops, diamine!

  2. Ci era rimasto un discorso incompleto. Oggi possiamo finalmente rimediare.
    Certo, a urne chiuse, i sostenitori dei “vincitori” possono gioire e tirare fuori tutto il tormento che hanno dovuto reprimere in questo lungo periodo di campagna elettorale. Avrebbero voluto gridare al mondo la loro propensione per la “continuità”, il loro affetto mal celato, o mai celato, per il passato sindaco, l’opportunità di eleggere il delfino designato affiancandogli i “pezzi forti” della vecchia maggioranza al Comune ed il meglio del Nuovo Laboratorio che avanza, conditi da qualche selvaticheria che passa da uno schieramento all’altro a seconda del vento che tira!
    Avrebbero voluto gridare ai quattro venti la loro disapprovazione per le tre liste di “disturbatori”. Ora lo dicono chiaramente: “ben gli sta”, hanno fatto la figura che meritano. Potevano imbarcarsi pure loro o restare alla finestra, la politica non è per loro, che non capiscono la gente e ciò che vuole!
    Per prima ha gridato l’informazione tradizionale, tra poco arriveranno anche parroci tradizionalisti e beghine. Ci regaleranno il gioco del piccolo chimico per imparare a stare nel laboratorio!

  3. diavoletto…ma a Ceglie esiste SEL col suo uomo baffuto o dobbiamo andare a “chi l’ha visto” per sapere qualche notizia? Non e’ che il baffuto cegliese sia sia dileguato insieme al barbuto di Mesagne dopo la batosta di Brindisi? Dai, tu che tutto puoi, fammi sapere…..qui tutti stanno morendo dalla curiosita’

  4. Ma quel folto gruppo di laureati disposti a lavorare al “pastificio”, che fine ha fatto?
    “P.S.” Nel primo commento si evidenzia uno scambio di consonanti, accompagnato dall’ormai noto logo.

  5. “la sinistra che fa cagare” ??????
    DICIAMO MEGLIO TARDI CHE MAI
    E’ giunto il momento di prendere le distanze dalle politiche di “destre, centri e sinistre” tutti intenti nel fare e dire le stessissime cose che non producono effetti di risoluzioni lasciando che la cancrena attanagli sempre di più questa Nazione ed il Popolo.
    E’ giunto il momento di dedicarsi ai movimenti al MOVIMENTO che speriamo presto spazzi via la politica ed i politichesi cui l’unico loro reale intento divorarsi le ultime risorse rimaste al popolo.

  6. Ci vorrebbe un Giudice che gli insegni il rispetto per il sudore altrui e, quindi, per i propri dipendenti.
    Ci vorrebbe un Giudice che gli insegni a pagare il giusto salario.
    Ci vorrebbe un Giudice che gli insegni a fare il cittadino-imprenditore.
    Ci vorrebbe un Giudice che non si stanchi…a insegnargli tante cose.

Ti consiglio di non fare commenti offensivi e comunque non entrare in polemiche personali.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...